CERCA

Opera Nazionale Balilla

Con legge n° 2247 del 3 aprile 1926, il Partito Nazionale Fascista, istituì l'Opera Nazionale Balilla (O.N.B.) con lo scopo di: <dare assistenza, educazione fisica e morale alla gioventù>.
L'organizzazione dell'O.N.B. inizialmente si basò sulla formazione di quattro gruppi giovanili:
<![if !supportLists]>·         <![endif]>Balilla e Piccole Italiane (per ragazzi e fanciulle da 6 a 14 anni)
<![if !supportLists]>·         <![endif]>Avanguardisti e Giovani Italiane (per ragazzi e ragazze da 14 a 18 anni)
I Balilla e gli Avanguardisti esistevano già prima della nuova disposizione di legge perciò il loro passaggio nella nuova organizzazione risultò molto favorita per l'esperienza e la tecnica passata. (vedi: Avanguardie e Gruppi Giovanili).
Il settore femminile venne introdotto solo nel 1930 con autonomia propria e svincolato dalla sua dipendenza dai Fasci Femminili.
Nel 1936 per i Balilla e gli Avanguardisti venne introdotta una suddivisione, legata all'età; i Balilla dagli 8 agli 11 anni passavano nella categoria dei Balilla Moschettieri e gli Avanguardisti dai 15 ai 17 anni negli Avanguardisti Moschettieri.(Solo questi ultimi avranno tessere specifiche di categoria).
Sempre nel 1936, fu istituito uno speciale reparto: i Figli della Lupa, per fanciulli e fanciulle in età prescolare; reparto che veniva affidato ad istitutrici provenienti dai Fasci Femminili.
Le tessere
Le tessere O.N.B. sono le più diffuse di tutto il periodo fascista; gli iscritti ad esempio per l'anno 1933 erano circa 4 milioni. A tale eccezionale numero d'iscrizioni non poco influì l'obbligatorietà della trascrizione del numero della tessera sulle pagelle che dava diritto alla <refezione scolastica> gratuita (cosi era all'epoca chiamata).
Con legge speciale del 1931 veniva data facoltà ai genitori d'iscrivere, fin dal giorno della nascita, il proprio figlio in uno speciale reparto chiamato: pre-balilla o pre-piccola italiana. Le tessere fino al 1934 venivano rilasciate localmente; solo a partire dal 1935 e fino al 1937, il Comitato Centrale distribuì a tutte le Federazioni, speciali tessere per Pre-Balilla e per Pre-Piccola Italiana. Queste tessere si differenziavano da quelle correnti poiché presentavano le seguenti varianti:
<![if !supportLists]>a)      <![endif]>Erano prive della trascrizione delle "previdenze assicurative" garantite a tutti gli iscritti
<![if !supportLists]>b)      <![endif]>La quarta facciata presentava solo tre fasci littorio a tutto campo
<![if !supportLists]>c)       <![endif]>Per l'iscritto non veniva indicata l'appartenenza né alla legione o centuria locale, ma solo al Comitato Comunale.
(Risultano in circolazione delle tessere per Pre-Balilla e per Pre-Piccola Italiana degli anni 1931/'34, che recano una sovrastampa, in color rosso, con l'indicazione sopradetta. Da un attento esame ho costatato che tutti gli esemplari controllati, pur essendo originali nel modulo, presentano delle evidenti abrasioni nella indicazione dell'anno di nascita, penso che si tratti di falsificazioni o quanto meno di una abusiva retrodatazione praticata per ottenere privilegi da una maggiore anzianità di appartenenza al partito)
Le tessere ora, qui di seguito, verranno illustrate categoria per categoria.

Tessere per Balilla
Le tessere dell'O.N.B. per i Balilla pervennero emesse a partire dal 1927, pur se in forma provvisoria espresso localmente, in contemporanea a quelli dei "Gruppi".
La diffusione generale del nuovo ed unico modello di tessera avviene nel 1928 con l'adozione di un tipo dalle caratteristiche del tutto differenti dai precedenti, infatti, stampato su doppio cartoncino in senso orizzontale, in prima facciata, sotto la sigla O.N.B. viene posto lo stemma del Balilla con ai lati l'anno dell'E.F. ed in basso il millesimo espresso in numeri romani. All'interno: sulla sinistra, i dati anagrafici del balilla con il suo collocamento nel Comitato Comunale; alla sinistra, lo spazio per la fotografia è accanto ad un riquadro per l'applicazione dei bollini mensili di convalida. Nel verso della tessera si legge la formula del "Giuramento" di fedeltà alla causa fascista, che sempre verrà riportato su tutte le tessere emesse nel futuro. (fig. 1-1bis)
Negli anni 1929 e '30 le tessere saranno in due versioni del supporto cartaceo; cioè in 'cartoncino' e in 'pergamino' (così chiamato per una specie 'di pergamena’, non assorbente, per una più lunga durata delle tessere essendo destinate ad essere tenute in tasca dai ragazzi, per lo più privi di portafoglio). La grafica è simile a quella del '28, ma d'ora in poi le tessere vengono stampate verticalmente.(fig.2-2bis)
Le tessere degli anni dal '31 al '37 avranno la grafica identica per tutte le varie categorie d'iscritti all'O.N.B. salvo che per il colore; unica eccezione si riscontrano nell'anno 1932, in occasione del decimo anniversario di fondazione del partito, che per ogni categoria verrà scelto un differente disegno. Nel periodo suddetto, per una miglior conservazione della tessera era prevista l'adozione di uno speciale porta tessera in tela azzurra (fig.3 - 3bis)
La riproduzione delle tessere va dal n° 4 al n° 10.

Tessere per "Avanguardisti"
L'emissione delle tessere per Avanguardisti inizia nel 1927 con un modello in due versioni di stampa (la foto viene posizionata a destra oppure a sinistra).(fig.11-11bis)
Per la riproduzione delle tessere si farà riferimento ai tipi già illustrati per i Balilla.
La tessera del 1932, differente nel disegno, è segnata col n. 12.

Tessere per "Piccola Italiana".
Le tessere per le 'Piccole Italiane' vengono emesse dal 1930 al 1937. I tipi sono identici a quelli dei 'Balilla'.

Tessere per "Giovane Italiana"
Le tessere per la 'Giovane Italiana' vengono emesse dal 1930 al 1937. I tipi sono identici a quelli dei 'Balilla'.

Tessere per "Balilla Moschettiere"
Come già accennato in precedenza, dal 1936 viene introdotta, per i ragazzi dagli 8 agli 11 anni, la categoria dei "Balilla Moschettieri"; senza essere emessa una specifica tessera. La qualifica si trova riportata, manualmente sulle tessere già di solito rilasciate.
A volte si possono trovare indicate altre particolari "specializzazioni" come ad esempio “balilla escursionista”, “balilla marinaretto” ecc..

Tessere per "Avanguardista Moschettiere"
Valgono le stesse osservazioni della precedente categoria, con la sola variante che per l'anno 1937 venne emessa una tessera specifica con grafica realizzata da Costantini, riproducente il monolito di Mussolini sulla carta geografica stilizzata dell'Italia col suo Impero (fig. 17).

Tessere per i "Figli della Lupa"
Come già in precedenza accennato, nel 1936 venne istituita la categoria dei "Figli della Lupa", comprendente fanciulli (maschi e femmine) di età pre-scolare, alle dirette dipendenze dei 'Fasci Femminili'.  Le tessere adottate per gli anni '36 e '37, si presentano con una tipica e pregevole grafica che evidenzia il caratteristico impiego dei fanciulli a fare i "tamburini" durante le sfilate o per altre manifestazioni di regime.
Le tessere O.N.B. vennero firmate fino all'anno 1932, compreso, dal Presidente del Comitato Provinciale, poi dal Presidente RENATO RICCI.
Tessere "Gratuite"
Su parecchie tessere, di ogni categoria, compare spesso stampata la dicitura "Gratuita", apposta con un timbro in gomma. In effetti si tratta della concessione gratuita della tessera a certe categorie di giovani appartenenti a famiglie numerose o in particolari situazioni ecnomiche, figli di caduti in guerra o per la 'rivoluzione fascista' o altro.
La concessione della tessera, anche se gratuitamente, era importante per tutti quei vantaggi economici e previdenziali che dal possesso ne derivano.
Foto su tessera – La fotografia sulla tessera dell'O.N.B. non fu mai obbligatoria, tuttavia, da parte di alcuni "Fasci di Combattimento" o singoli "Gruppi Rionali" ne venne ammessa l'applicazione, con relativa convalida.
  
Tessere dei Comitati Provinciali
I Comitati Provinciali dell'O.N.B. di varie città e provincie d'Italia, rilasciavano tessere speciali agli appartenenti ad Enti o Associazioni ad essi collegati o dipendenti.
Una caratteristica comune di tutte queste tessere è la particolare cura nella grafica e nella veste tipografica.
Moltissime furono le emissioni riguardanti gli Enti e le Associazioni facenti capo ai Comitati suddetti (attualmente quasi tutti scomparsi) per cui risulta impossibile formulare un elenco di tessere. I pochi esempi qui sotto illustrati verranno mostrati per dare un indirizzo ai collezionisti interessati a questa tematica.
Tessere per Dirigenti
Tutti coloro che, nella organizzazione dell'O.N.B., avevano qualche incarico di comando, di controllo o altro, erano muniti di tessera speciale che attestava il loro riconoscimento e facilitava nello svolgimento dei compiti assegnati.
Per l'imponente macchina burocratica ed organizzativa instaurata risulta assai difficile dare un elenco delle tessere poste in circolazione, per cui ne saranno riprodotte alcune a titolo di esempio, che saranno d'orientamento ai collezionisti interessati a questa tematica.